Diocesi   
di Laï   






 

 

2012-11-06Suor Sara

1) La mia vocazione
“Ti ho amato di un amore eterno …”. Dio chiama ciascuno di noi alla vita, alla santità, a condividere il suo progetto d’amore. Sento che anche nella mia vita è Dio che ha preso l’iniziativa, con un amore eterno… In ogni circostanza della mia vita, Lui è stato sempre presente. Era presente nelle mie attività, nello studio e nella vita famigliare…cercando il momento per parlarmi (nel cuore) come ad ogni altra ragazza e invitarmi a seguirlo in modo radicale e speciale. Tutto mi ha portata a partecipare al suo progetto d’amore tra le “Figlie del Sacro Cuore di Gesù”, oggi la mia congregazione. La nostra spiritualità ci porta ad essere “segno e testimonianza dell’Amore di Dio” a somiglianza del Cristo sofferente e a mostrare la sua misericordia nel servizio della carità. Ancora giovane, ho lasciato quello che poteva essere il mio futuro, famiglia, progetti, carriera, per seguirlo, senza capire del tutto ciò che voleva. Poco a poco tutto si fece più chiaro.

1) Il tuo lavoro a Dono Manga …
Sono infermiera all’ospedale, cercando di accompagnare Gesù sofferente. Lavoro in medicina e chirurgia. Seguo anche particolarmente i malati di tubercolosi. Stanno però nascendo sempre nuove necessità e con le suore della mia comunità dobbiamo moltiplicarci. Collaboro anche nel servizio di radiología.

2) Ti piace anche dipingere, come trovi il tempo …
Mi piace dipingere e fare altri lavori manuali. So che non è un gran che, dovrei imparare, soprattutto mi piacerebbe essere utile

3) Una parola per i giovani …
Ricordo loro una parola di Giovanni Paolo II: “ Non abbiate paura di affidare la vostra vita al Signore; il suo amore e la sua grazia sono sempre con voi, malgrado le nostre piccolezze (è qui che Egli si manifesta)”. L’amore di Dio è fedele, Egli ci conosce.

Inizialmente sono stata in Messico, in Guatemala e adesso sono a Dono Manga, Dico grazie al Signore per la sua fedeltà e perché è sempre con me.

Suor Sara